Attenzione alle mani quando fate sport!

Quando si praticano alcuni tipi di discipline di contatto, come per esempio la pallacanestro, le parti del corpo esposte a traumi, diretti e indiretti, sono molte e tra le più a rischio ci sono le mani: i pericoli più frequenti sono le distorsione ai polsi e le lesioni alle dita.

Questo perché i gesti tecnici propri del basket, quali tiri, palleggi, passaggi, ricezione ecc., richiedono il continuo contatto con la palla, e a questi si aggiungono i movimenti rapidi e specifici delle dita, i frequenti cambi di direzione, gli scontri e le cadute. 

Le mani, dunque, quando si gioca a pallacanestro, vanno protette.

A questo proposito, oggi lunedì 24 giugno il dottor Giorgio Pivato, Responsabile di Chirurgia della Mano di Humanitas, e Danilo Gallinari, campione di basket della nazionale e NBA, si sono incontrati per parlare della salute e prevenzione delle mani per chi fa sport.

 

I più comuni infortuni nella pallacanestro: parla l’esperto

“Nel basket sono sollecitate tutte le strutture ossee, tendinee e legamentose del polso e della mano”, afferma il dottor Pivato.

Tra le problematiche più diffuse c’è il cosiddetto “dito insaccato”, un trauma che può verificarsi a seguito dell’impatto con la palla o per uno scontro con un avversario o durante una caduta. Anche le lesioni legamentose del polso sono assai frequenti e causano dolore, instabilità articolare e limitazione della funzione. Infine, considerata l’alta energia dei contatti con il pallone e con gli avversari, “oltre che la velocità di esecuzione delle azioni, non sono rare le fratture a carico delle falangi, dei metacarpi e del polso”, spiega lo specialista.

 

Che cosa fare in caso di traumi alle mani

“In tutti i casi in cui ci si fa male, è fondamentale intervenire in modo tempestivo, affidandosi a professionisti specializzati nel trattamento delle patologie della mano dello sportivo, al fine di ottenere una corretta e rapida guarigione”, afferma Pivato.

 

Le raccomandazioni del famoso campione di basket

Così puntualizza Danilo Gallinari sulla base della sua esperienza di sportivo: “Noi atleti che giochiamo in NBA siamo un punto di riferimento e un esempio per molti giovani, in Italia e nel mondo. Per questo è importante prendersi cura, ogni giorno, non solo di mani e articolazioni, ma più in generale della nostra salute a 360°, alimentazione compresa”.

E aggiunge: “La mia vita da sportivo mi ha insegnato che, per raggiungere grandi traguardi, non bastano solo il talento, la velocità, il tiro ecc. Per superare gli ostacoli più difficili il segreto sta nella passione, nella determinazione, nella perseveranza. Valori fondamentali anche nella Ricerca in ambito biomedico che, grazie al lavoro dei ricercatori e all’aiuto di coloro che la sostengono, può fare la differenza per la salute di tutti”.

 

Danilo Gallinari e i ragazzi del progetto AYA

In occasione della sua presenza in Humanitas, il campione di basket incontrerà alcuni giovani pazienti tra i 16 e i 39 anni in cura presso il Cancer Center di Humanitas, facenti parte dello speciale percorso clinico e psicosociale “Progetto AYA”.

Nella “special room” del Centro, una stanza accogliente dove i ragazzi possono incontrarsi per trascorrere il loro tempo libero, come guardare un film, ascoltare musica, leggere un libro, sfidarsi ai videogame ecc., da lunedì prossimo ci sarà in bella mostra anche il pallone da basket autografato da Danilo Gallinari.

Condividi con i tuoi amici
Perché
Humanitas
University?
Un'istituzione affermata

Un'istituzione affermata
Humanitas è un noto policlinico e centro di ricerca e didattica universitaria. Per oltre 10 anni è stato sede di insegnamento dell'Università degli Studi di Milano.

Una carriera internazionale

Una carriera internazionale
Unisciti alla comunità medica internazionale di Humanitas. Le lezioni sono tenute in inglese da medici e ricercatori di comprovata esperienza, provenienti da ogni parte del mondo. Con la tua laurea potrai accedere alla professione medica in Europa ed all'estero.

L'esperienza clinica

L'esperienza clinica
L'esperienza clinica inizia presto, a partire dal terzo anno, e consente di sviluppare una solida esperienza pratica, grazie anche al supporto di un consolidato sistema di tutoring e supervisione.

Metodi di insegnamento innovativi

Metodi di insegnamento innovativi
Il curriculum di Humanitas è valorizzato da un'ampia gamma di metodi di apprendimento attivo (Problem Based Learning, Casi studio, Mappe concettuali e Pazienti simulati).

Milano e l'Italia

Milano e l'Italia
Assapora lo stile, la cultura, la gastronomia e gli intrattenimenti di una delle più stimolanti città europee. Esplora le bellezze dell'Italia e cogli l'opportunità di imparare la lingua italiana.

Ricerca e Tecnologie all'avanguardia

Ricerca e Tecnologie all'avanguardia
Humanitas può contare su una ricerca scientifica e tecnologie avanzate. Nell'autunno 2017, il nuovo campus ospiterà inoltre un Simulation Centre di 1000 metri quadri, disegnato secondo i più elevati standard tecnologici.

Contatti e Indicazioni

Mappa e Contatti Sede Milano
Humanitas University
Via Rita Levi Montalcini 4,
Pieve Emanuele 20090 Milan, Italy

Per ricevere i nostri aggiornamenti registrati qui: Newsletter.

Come raggiungerci
Dall'Aeroporto di Malpensa

Prendere l'autostrada A8 e seguire le indicazioni per Milano. Imboccare la Tangenziale Ovest, uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Dall'Aeroporto di Linate

Prendere la Tangenziale Est e seguire le indicazioni per Genova, dopodiché prendere la Tangenziale Ovest e uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Dalla Stazione Centrale

Prendere la circonvallazione interna (dei Bastioni) fino a Porta Ticinese, poi seguire la strada indicata nella sezione "Dal Centro città".

Dal centro città

Andare da Porta Ticinese a Corso San Gottardo, via Meda, via Montegani e via dei Missaglia, poi seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas o per Basiglio Milano 3.

Dall'autostrada

Da tutte le uscite dell'autostrada, seguire le indicazioni per la Tangenziale Ovest e, una volta entrati, uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Con i mezzi pubblici

La navetta Humanitas-Comune di Rozzano collega la fermata della linea verde Abbiategrasso (Piazzale Abbiategrasso) con Humanitas. La navetta parte ogni 20 minuti. La Linea 230 collega la fermata Abbiategrasso con Humanitas (capolinea Basiglio). La Linea 221 collega Humanitas con Pieve Emanuele, Opera, Locate (da Rozzano, via della solidarietà).

Mappa e Contatti Sede Bergamo - Infermieristica
Humanitas University
Corso di Infermieristica – Sede di Bergamo
via Moretti 11
24121 Bergamo - Italy

Per ricevere i nostri aggiornamenti registrati qui: Newsletter.