Morti di morbillo: responsabili e rimedi – Il Prof. Mantovani su La Stampa

Tratto dall’articolo del Prof. Alberto Mantovani, Direttore Scientifico di Humanitas e docente di Humanitas University, su La Stampa 

Il recente caso di cronaca che ha visto come vittima un bambino di 6 anni, affetto da leucemia, che, con oltre l’85% di possibilità di guarire, è deceduto dopo avere contratto il morbillo, ha riaperto l’annoso dibattito sui vaccini.

Morbillo: il calo della copertura vaccinale in Italia

Purtroppo, soprattutto in Italia, esistono ancora troppi casi simili. L’unica arma a nostra disposizione contro questo genere di eventi è il vaccino.

Se pensiamo che in Italia, dall’inizio dell’anno, si sono registrati quasi 3.000 casi di morbillo, di cui circa il 30% ha causato il ricovero in ospedale, possiamo capire l’importanza imprescindibile dei vaccini. Eppure, nonostante i ripetuti appelli e allarmi della comunità scientifica, purtroppo dobbiamo registrare negli ultimi anni un pericoloso calo della copertura vaccinale contro questa malattia spesso sottovalutata.

Bimbi morti di morbillo: chi è il responsabile?

Nel caso del bimbo deceduto per complicazioni indotte dal morbillo, più che cercare presunti colpevoli nei fratellini, non vaccinati, nei dottori che lo curavano, piuttosto che nelle convinzioni dei genitori, dovremmo guardare alla stessa comunità in cui viviamo.

Come comunità, infatti, siamo tutti responsabili se la soglia vaccinale si abbassa sotto il livello di guardia, perché così facendo perdiamo quella immunità di gregge che è fondamentale per proteggere i soggetti immunodepressi o più a rischio di contrarre infezioni potenzialmente fatali.

In particolare, i “colpevoli” vanno cercati tra coloro che diffondono menzogne, soprattutto online, sui presunti effetti devastanti delle vaccinazioni, costruendo ipotesi fantastiche, quando non inventate, senza il benché minimo supporto o riscontro scientifico, dando vita a campagne mirate a incutere il terrore nella popolazione. Stiamo parlando di tutti quelli che teorizzano una connessione diretta tra autismo e vaccini, tra sonnolenza e vaccino contro il papilloma virus, tra vaccino contro l’epatite B e la sclerosi multipla.

I vaccini tra mito e realtà

La conseguenza è che sempre più spesso è difficile, se non ci si affida al parere degli esperti, distinguere tra realtà scientifica e fantasia, tra fatti oggettivi e ideologia. In seguito a queste campagne pseudoscientifiche, oggi molti genitori esprimono sfiducia verso la scienza, al punto che le persone sono sempre più restie a far vaccinare i propri figli.

Non dobbiamo poi dimenticare le prese di posizione politiche e le sentenze discutibili che hanno contribuito ad alimentare questa sfiducia.

Occorre anche che i medici stessi si assumano le loro responsabilità: se alcuni professionisti sanitari, per esempio, non hanno ancora chiaro il ruolo dei vaccini, è anche colpa di chi insegna in Università. Per questo motivo è necessario che i medici che insegnano nelle università realizzino delle vere e proprie lezioni ad hoc sull’importanza e sulla responsabilità sociale delle vaccinazioni, concetto da ribadire anche nelle scuole superiori.

I possibili rimedi: leggi, formazione e informazione

Come porre rimedio, dunque, a questa situazione di emergenza, che non è passata sotto silenzio se persino l’Organizzazione Mondiale della Sanità e il  Centers for Disease Control and Prevention statunitense hanno segnalato con allarme un calo pericoloso delle vaccinazioni in Italia?

Da una parte, l’obbligo vaccinale per legge può sicuramente essere di aiuto, dall’altra, però, abbiamo anche assoluto bisogno di formazione e informazione, del pubblico, dei medici, dei pediatri.

I politici, i giudici, i medici e gli scienziati qualificati devono far sentire la loro voce, sottolineando con forza e con capacità argomentativa l’importanza delle vaccinazioni, così da offrire ai cittadini gli strumenti per compiere una scelta davvero consapevole.

Leggi anche “Vaccini: un obbligo educativo“.

Condividi con i tuoi amici
Perché
Humanitas
University?
Un'istituzione affermata

Un'istituzione affermata
Humanitas è un noto policlinico e centro di ricerca e didattica universitaria. Per oltre 10 anni è stato sede di insegnamento dell'Università degli Studi di Milano.

Una carriera internazionale

Una carriera internazionale
Unisciti alla comunità medica internazionale di Humanitas. Le lezioni sono tenute in inglese da medici e ricercatori di comprovata esperienza, provenienti da ogni parte del mondo. Con la tua laurea potrai accedere alla professione medica in Europa ed all'estero.

L'esperienza clinica

L'esperienza clinica
L'esperienza clinica inizia presto, a partire dal terzo anno, e consente di sviluppare una solida esperienza pratica, grazie anche al supporto di un consolidato sistema di tutoring e supervisione.

Metodi di insegnamento innovativi

Metodi di insegnamento innovativi
Il curriculum di Humanitas è valorizzato da un'ampia gamma di metodi di apprendimento attivo (Problem Based Learning, Casi studio, Mappe concettuali e Pazienti simulati).

Milano e l'Italia

Milano e l'Italia
Assapora lo stile, la cultura, la gastronomia e gli intrattenimenti di una delle più stimolanti città europee. Esplora le bellezze dell'Italia e cogli l'opportunità di imparare la lingua italiana.

Ricerca e Tecnologie all'avanguardia

Ricerca e Tecnologie all'avanguardia
Humanitas può contare su una ricerca scientifica e tecnologie avanzate. Nell'autunno 2017, il nuovo campus ospiterà inoltre un Simulation Centre di 1000 metri quadri, disegnato secondo i più elevati standard tecnologici.

Contatti e Indicazioni

Mappa e Contatti Sede Milano
Humanitas University
Via A. Manzoni 113,
Rozzano 20089 Milan, Italy

Per ricevere i nostri aggiornamenti registrati qui: Newsletter.

Come raggiungerci
Dall'Aeroporto di Malpensa

Prendere l'autostrada A8 e seguire le indicazioni per Milano. Imboccare la Tangenziale Ovest, uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Dall'Aeroporto di Linate

Prendere la Tangenziale Est e seguire le indicazioni per Genova, dopodiché prendere la Tangenziale Ovest e uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Dalla Stazione Centrale

Prendere la circonvallazione interna (dei Bastioni) fino a Porta Ticinese, poi seguire la strada indicata nella sezione "Dal Centro città".

Dal centro città

Andare da Porta Ticinese a Corso San Gottardo, via Meda, via Montegani e via dei Missaglia, poi seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas o per Basiglio Milano 3.

Dall'autostrada

Da tutte le uscite dell'autostrada, seguire le indicazioni per la Tangenziale Ovest e, una volta entrati, uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Con i mezzi pubblici

La navetta Humanitas-Comune di Rozzano collega la fermata della linea verde Abbiategrasso (Piazzale Abbiategrasso) con Humanitas. La navetta parte ogni 20 minuti. La Linea 230 collega la fermata Abbiategrasso con Humanitas (capolinea Basiglio). La Linea 221 collega Humanitas con Pieve Emanuele, Opera, Locate (da Rozzano, via della solidarietà).

Mappa e Contatti Sede Bergamo - Infermieristica
Humanitas University
Corso di Infermieristica – Sede di Bergamo
c/o Casa del Giovane
via Gavazzeni 13
24125 Bergamo - Italy

Per ricevere i nostri aggiornamenti registrati qui: Newsletter.