Il futuro della chirurgia: sempre più tecnologica e multidisciplinare

In occasione del Congresso Congiunto delle Società Scientifiche di Chirurgia tenutosi recentemente a Roma, al quale hanno partecipato i più importanti chirurghi italiani e stranieri, il professor Marco Montorsi, “past president” della Società Italiana di Chirurgia (SIC), nonché rettore di Humanitas University e direttore della Chirurgia Generale e Digestiva in Humanitas, ha spiegato come, con il progresso della tecnologia, la professione del chirurgo sia molto cambiata nell’ultimo mezzo secolo.

L’unico aspetto rimasto immutato, però, è l’obiettivo di perseguire sempre il meglio per il paziente.

Abbiamo voluto approfondire l’argomento, rivolgendo al professore alcune domande.

Quali sono le capacità che deve possedere oggigiorno il chirurgo?

Le capacità che i bravi chirurghi hanno da sempre avuto. Oltre a possedere le competenze e le abilità tecniche tradizionali, i chirurghi di oggi devono avere la mente aperta a tutte le tecnologie digitali (dall’Intelligenza Artificiale ai robot) e sapersi integrare con questo mondo, cogliendo tutte le opportunità del progresso.

La tecnologia in sala operatoria annulla la differenza tra chirurghi “fuoriclasse” e chirurghi mediocri?

Anche se si opera con i robot, l’arte del saper usare le mani rimane importante, perché è il chirurgo a guidare la macchina e non viceversa.

Il robot rappresenta un valido aiuto per ridurre la probabilità di fare errori (per esempio a causa del tremore della mano), ma per il resto la differenza tra i chirurghi ci sarà sempre.

Solo chi possiede una predisposizione innata può diventare un chirurgo di rilievo?

Naturalmente, coloro che possiedono capacità innate sono avvantaggiati poiché hanno più facilità ad apprendere le tecniche chirurgiche, ma l’impegno, la volontà e la costanza nell’imparare e migliorarsi sempre di più da parte di chi è meno dotato possono far superare questo limite.

Quali altre doti deve avere un bravo chirurgo?

La capacità di lavorare in team, per esempio. Oggigiorno il chirurgo deve saper interagire con gli altri professionisti, come l’anestesista, l’oncologo, il nutrizionista, lo psicologo ecc., perché la cura di una patologia richiede un lavoro di équipe.

Ritiene giusto selezionare i candidati che vogliono intraprendere gli studi in Medicina?

I test d’ingresso e il numero chiuso non hanno l’obiettivo di discriminare gli studenti; sono fondamentali per garantire la migliore formazione possibile.

Ciò che conta non è avere un infinito numero di medici, ma di professionisti preparati.

Come vengono formati i chirurghi del futuro?

Oggigiorno la metodologia di formazione dei futuri chirurghi è molto diversa rispetto al passato. Attraverso sofisticate telecamere installate in sala operatoria gli studenti possono seguire su uno schermo ogni movimento del chirurgo esperto e, grazie alle nuove tecnologie, essi sono in grado di eseguire simulazioni realistiche di interventi chirurgici.

Oggi è cambiato anche il rapporto tra chirurgo e paziente?

Sicuramente, grazie a Internet i pazienti oggi sono molto più informati e critici rispetto a un tempo. Ma ciò che conta ancora, come nel passato, è il rapporto di fiducia che deve instaurarsi tra il medico e chi si affida alle sue cure.

Condividi con i tuoi amici
Perché
Humanitas
University?
Un'istituzione affermata

Un'istituzione affermata
Humanitas è un noto policlinico e centro di ricerca e didattica universitaria. Per oltre 10 anni è stato sede di insegnamento dell'Università degli Studi di Milano.

Una carriera internazionale

Una carriera internazionale
Unisciti alla comunità medica internazionale di Humanitas. Le lezioni sono tenute in inglese da medici e ricercatori di comprovata esperienza, provenienti da ogni parte del mondo. Con la tua laurea potrai accedere alla professione medica in Europa ed all'estero.

L'esperienza clinica

L'esperienza clinica
L'esperienza clinica inizia presto, a partire dal terzo anno, e consente di sviluppare una solida esperienza pratica, grazie anche al supporto di un consolidato sistema di tutoring e supervisione.

Metodi di insegnamento innovativi

Metodi di insegnamento innovativi
Il curriculum di Humanitas è valorizzato da un'ampia gamma di metodi di apprendimento attivo (Problem Based Learning, Casi studio, Mappe concettuali e Pazienti simulati).

Milano e l'Italia

Milano e l'Italia
Assapora lo stile, la cultura, la gastronomia e gli intrattenimenti di una delle più stimolanti città europee. Esplora le bellezze dell'Italia e cogli l'opportunità di imparare la lingua italiana.

Ricerca e Tecnologie all'avanguardia

Ricerca e Tecnologie all'avanguardia
Humanitas può contare su una ricerca scientifica e tecnologie avanzate. Nell'autunno 2017, il nuovo campus ospiterà inoltre un Simulation Centre di 1000 metri quadri, disegnato secondo i più elevati standard tecnologici.

Contatti e Indicazioni

Mappa e Contatti Sede Milano
Humanitas University
Via Rita Levi Montalcini 4,
Pieve Emanuele 20090 Milan, Italy

Per ricevere i nostri aggiornamenti registrati qui: Newsletter.

Come raggiungerci
Dall'Aeroporto di Malpensa

Prendere l'autostrada A8 e seguire le indicazioni per Milano. Imboccare la Tangenziale Ovest, uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Dall'Aeroporto di Linate

Prendere la Tangenziale Est e seguire le indicazioni per Genova, dopodiché prendere la Tangenziale Ovest e uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Dalla Stazione Centrale

Prendere la circonvallazione interna (dei Bastioni) fino a Porta Ticinese, poi seguire la strada indicata nella sezione "Dal Centro città".

Dal centro città

Andare da Porta Ticinese a Corso San Gottardo, via Meda, via Montegani e via dei Missaglia, poi seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas o per Basiglio Milano 3.

Dall'autostrada

Da tutte le uscite dell'autostrada, seguire le indicazioni per la Tangenziale Ovest e, una volta entrati, uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Con i mezzi pubblici

La navetta Humanitas-Comune di Rozzano collega la fermata della linea verde Abbiategrasso (Piazzale Abbiategrasso) con Humanitas. La navetta parte ogni 20 minuti. La Linea 230 collega la fermata Abbiategrasso con Humanitas (capolinea Basiglio). La Linea 221 collega Humanitas con Pieve Emanuele, Opera, Locate (da Rozzano, via della solidarietà).

Mappa e Contatti Sede Bergamo - Infermieristica
Humanitas University
Corso di Infermieristica – Sede di Bergamo
via Moretti 11
24121 Bergamo - Italy

Per ricevere i nostri aggiornamenti registrati qui: Newsletter.