Come fermare la forte crescita dei tumori alla gola?

Secondo gli esperti internazionali di tumori orofaringei, che hanno partecipato al 7° Congresso Mondiale dell’International Academy of Oral Oncology (IAOO), svoltosi quest’anno a Roma dall’1 al 3 settembre, i casi di tumore alla gola causati principalmente dall’HPV (il virus del papilloma umano, trasmesso prevalentemente per via sessuale) sono in continuo aumento sia in Italia (con circa 2.000 nuovi casi l’anno) sia nel resto del mondo.

Tuttavia, solo la diagnosi precoce può assicurare una maggiore possibilità di guarigione e solo la prevenzione, già a partire dagli undici anni di età, rappresenta la principale arma contro questi tumori.  

Il Presidente del Congresso, il professor Giuseppe Spriano, responsabile di Otorinolaringoiatria dell’IRCCS Humanitas e docente di Humanitas University, ha evidenziato la gravità del problema e le soluzioni per contrastarlo.

 

 

La preoccupante crescita dei tumori alla gola

Così ha spiegato il professor Spriano in tema di aumento in maniera esponenziale dei tumori alla gola: “Negli ultimi dieci anni i tumori orofaringei sono aumentati del 300%, soprattutto in relazione all’aumento di infezioni da Papilloma Virus, responsabile in Italia del 40% dei casi, percentuale che sale all’85% negli Stati Uniti. Tuttavia, ci aspettiamo un’ulteriore crescita di questi tumori legata al virus poiché la prevalenza è 18 volte superiore rispetto al passato”.

 

La vaccinazione come arma di prevenzione

Poiché il virus del papilloma umano viene trasmesso alla bocca e alla gola attraverso il sesso orale, avere rapporti con più partner espone maggiormente alla possibilità di contrarlo. 

Per questo, in Italia la vaccinazione anti HPV viene effettuata alle femmine già dal 2008 e dal 2018 anche ai maschi a partire dagli 11 anni di età. “La vaccinazione oggi rappresenta l’arma di prevenzione più importante contro questi tumori, ma la copertura è ancora lontana da quella auspicata, soprattutto nei maschi che sono maggiormente colpiti dai tumori alla gola. La riduzione d’incidenza legata all’immunizzazione della vaccinazione richiederà comunque decenni e solo dopo il 2060 potremo assistere a una diminuzione di questi tumori”, ha precisato il professor Spriano.

 

La diagnosi e il trattamento dei tumori del cavo orale

I tumori della gola causati dall’HPV, che colpiscono soggetti più giovani rispetto ai casi di cancro da fumo, oggi presentano una percentuale di guarigione più alta. “Nello screening dei tumori del cavo orale – ha spiegato il professore – oggi è possibile anticipare la diagnosi grazie anche a una moderna tecnologia di cromoendoscopia digitale chiamata NBI (Narrow Band Imaging), già utilizzata in vari ambiti endoscopici, che permette di distinguere il tessuto sano da quello sospetto per localizzazione tumorale”.

Per quanto riguarda la cura dei tumori del cavo orale, “in Humanitas esiste un percorso terapeutico che è frutto di un lavoro multidisciplinare, che vede coinvolti diversi specialisti”, ha riferito l’esperto.

La scelta del trattamento dipende dal tipo di neoplasia, dalla sede e dallo stadio, ma anche dalle condizioni generali del paziente. “La chirurgia mininvasiva e robotica, soprattutto per i pazienti più giovani che hanno maggiori necessità estetiche e funzionali, in genere è il trattamento di prima scelta, ma possono essere indicate anche chemioterapia, radioterapia o una combinazione delle diverse opzioni”, ha precisato il professor Spriano.

Anche la chirurgia ricostruttiva ha registrato negli ultimi anni un notevole sviluppo: oggi, infatti, è possibile ricostruire i tessuti asportati con trapianti di tessuti prelevati dalle braccia o dalle gambe del paziente, con grandi vantaggi funzionali ed estetici per lo stesso.

 

Tumori del cavo orale e neoplasie testa-collo

Durante il Congresso è stato sottolineato che le neoplasie della testa e del collo originano principalmente dalle cellule squamose dei tessuti di cavo orale, labbra, lingua, gola, laringe, faringe, cavità nasali e seni paranasali, ghiandole salivari, tiroide, cute del viso e del collo, orbita.

Condividi con i tuoi amici
Perché
Humanitas
University?
Un'istituzione affermata

Un'istituzione affermata
Humanitas è un noto policlinico e centro di ricerca e didattica universitaria.

Una carriera internazionale

Una carriera internazionale
Unisciti alla comunità medica internazionale di Humanitas. Le lezioni sono tenute in inglese da medici e ricercatori di comprovata esperienza, provenienti da ogni parte del mondo. Con la tua laurea potrai accedere alla professione medica in Europa ed all'estero.

L'esperienza clinica

L'esperienza clinica
L'esperienza clinica inizia presto, a partire dal terzo anno, e consente di sviluppare una solida esperienza pratica, grazie anche al supporto di un consolidato sistema di tutoring e supervisione.

Metodi di insegnamento innovativi

Metodi di insegnamento innovativi
Il curriculum di Humanitas è valorizzato da un'ampia gamma di metodi di apprendimento attivo (Problem Based Learning, Casi studio, Mappe concettuali e Pazienti simulati).

Milano e l'Italia

Milano e l'Italia
Assapora lo stile, la cultura, la gastronomia e gli intrattenimenti di una delle più stimolanti città europee. Esplora le bellezze dell'Italia e cogli l'opportunità di imparare la lingua italiana.

Ricerca e Tecnologie all'avanguardia

Ricerca e Tecnologie all'avanguardia
Humanitas può contare su una ricerca scientifica e tecnologie avanzate. Il Campus ospita un Simulation Centre di 1000 metri quadri, disegnato secondo i più elevati standard tecnologici.

Contatti e Indicazioni

Mappa e Contatti Sede Milano
Humanitas University
Via Rita Levi Montalcini 4,
Pieve Emanuele 20090 Milan, Italy

Per ricevere i nostri aggiornamenti registrati qui: Newsletter.

Come raggiungerci
Dall'Aeroporto di Malpensa

Prendere l'autostrada A8 e seguire le indicazioni per Milano. Imboccare la Tangenziale Ovest, uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Dall'Aeroporto di Linate

Prendere la Tangenziale Est e seguire le indicazioni per Genova, dopodiché prendere la Tangenziale Ovest e uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Dalla Stazione Centrale

Prendere la circonvallazione interna (dei Bastioni) fino a Porta Ticinese, poi seguire la strada indicata nella sezione "Dal Centro città".

Dal centro città

Andare da Porta Ticinese a Corso San Gottardo, via Meda, via Montegani e via dei Missaglia, poi seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas o per Basiglio Milano 3.

Dall'autostrada

Da tutte le uscite dell'autostrada, seguire le indicazioni per la Tangenziale Ovest e, una volta entrati, uscire a Quinto de' Stampi/Via dei Missaglia (7 bis). Seguire le indicazioni per l'Istituto Clinico Humanitas.

Con i mezzi pubblici

La navetta Humanitas-Comune di Rozzano collega la fermata della linea verde Abbiategrasso (Piazzale Abbiategrasso) con Humanitas. La navetta parte ogni 20 minuti. La Linea 230 collega la fermata Abbiategrasso con Humanitas (capolinea Basiglio). La Linea 221 collega Humanitas con Pieve Emanuele, Opera, Locate (da Rozzano, via della solidarietà).

Mappa e Contatti Sede Bergamo - Infermieristica
Humanitas University
Corso di Infermieristica – Sede di Bergamo
via Moretti 11
24121 Bergamo - Italy

Per ricevere i nostri aggiornamenti registrati qui: Newsletter.