Medicina Interna

Profilo dello specialista

Lo Specialista in Medicina Interna deve aver maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nei campi della fisiopatologia medica, della semeiotica medica funzionale e strumentale, della metodologia clinica, della medicina basata sulle evidenze, della clinica medica generale e della terapia medica con specifica competenza nella medicina d’urgenza e pronto soccorso, geriatria e gerontologia, allergologia e immunologia clinica.

Durata: 5 anni

Direttore: Prof. Alberto Malesci

Obiettivi formativi della scuola

Lo Specialista in Medicina Interna deve aver maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nei campi della fisiopatologia medica, della semeiotica medica funzionale e strumentale, della metodologia clinica, e della medicina basata sulle evidenze. Deve inoltre acquisire la capacità di comunicare con chiarezza ed umanità col paziente e con i familiari (medicina interpersonale),di interagire positivamente con gli altri specialisti e con le altre figure professionali sanitarie, e anche sviluppare competenze in merito a organizzazione sanitaria, governo clinico, aspetti medico-legali e rischio clinico. Nel primo triennio, uniforme per tutti gli specializzandi, il programma prevede rotazioni semestrali (nei primi 2 anni) nelle principali Aree Internistiche (Cardiologia, Gastroenterologia, Nefrologia, Pneumologia, Endocrinologia, Immunologia Clinica), e un anno dedicato all’ Area Critica (Pronto Soccorso e Terapia Intensiva). La formazione di questo periodo è sostanzialmente basata sulla frequenza quotidiana nei reparti, integrata da attività ambulatoriale correlata nonché da atelier dedicati all’apprendimento di metodiche strumentali quali ecografia, ecocardiografia, paracentesi, toracentesi. Considerata la trasversalità della disciplina, la didattica frontale si avvarrà principalmente di una selezione dei numerosi eventi formativi (ivi inclusi Journal Club e Seminari clinici e scientifici). Negli ultimi due anni lo Specializzando concorderà con il Consiglio della Scuola un percorso personalizzato che, tramite l’affidamento a uno dei Docenti, lo porterà a una caratterizzazione professionale su base specialistica, metodologica (p.es. epidemiologia clinica), o applicativa (p.es. medicina del territorio, o concierge medicine), oppure orientata alla ricerca clinica e traslazionale. In questo biennio, potrà essere inserito un periodo di formazione all’esterno della rete formativa della Scuola, in Italia o all’Estero.


Rete formativa

Istituto Clinico Humanitas

Humanitas Gavazzeni (BG)

Humanitas Mater Domini (Castellanza)


Programmazione rotazioni

Sono previste:

  •  durante il II anno rotazioni di 2/6 mesi presso le strutture di Gavazzeni per l’apprendimento di tecniche di ventilazione respiratoria non invasiva;
  •  durante il III anno rotazioni di 6 mesi presso le strutture di Mater Domini per lo svolgimento di attività di pronto soccorso.

Simulazione

La Scuola, per la formazione dei propri specializzandi, si avvale si avvale del Simulation Center    di Humanitas University.


Opportunità formative all’estero

La Scuola ha contatti con centri internazionali per lo svolgimento di esperienze all’estero.


Ricerca

La Scuola promuove interessi in ambito di ricerca, anche attraverso la partecipazione a congressi, a seminari e attraverso il contatto con gruppi di ricerca presenti in contesti nazionali e internazionali.

HUMANITAS GROUP

Humanitas è un ospedale ad alta specializzazione, centro di Ricerca e sede di insegnamento universitario. Ha sviluppato la sua organizzazione clinica istituendo centri di eccellenza specializzati per la cura dei tumori, di malattie cardiovascolari, neurologiche e ortopediche – oltre che un centro oculistico e un fertility center.